Scrittura attiva


Gino Gini

Scritture: Alfabeti, Omaggio ai Poeti, Homepage, Pagine del quotidiano

2000

Con l’inizio del Duemila Gini abbandona il ciclo ‘Viaggio nel cielo’ per recuperare in modo più evidente quel senso del quotidiano che è sempre stato alla base del suo lavoro.

Affronta il problema della scrittura e del rapporto con l’immagine da un punto di vista interattivo.

Il grande alfabeto, più volte declinato con forme e misure diverse (Alfabeto delle lettere, Alfabeto dei Colori, Alfabeto delle forme) diventa protagonista del suo lavoro.

La scrittura si pone come ente assoluto nella duplice veste di significante e significato.

L’asse portante di questo periodo è il rapporto col quotidiano: Omaggio ai Poeti, Homepage, Pagine del quotidiano, Arte per Caso sono alcuni aspetti di questa intensa relazione. La scrittura si eleva quindi come momento di riflessione intorno a sé stessa.

Nei medesimi anni nasce un complesso ciclo di piccole opere, quasi un lavoro domestico, variamente titolato: Percorsi della scrittura, La scrittura in cornice, Strumenti del lavoro, Omaggio alla poesia visiva, una Parola al giorno, all’Ombra della scrittura,Pagine sciolte, Work’s instruments.

In questa recente produzione frammenti occasionali di lettere, buste, timbri, carte varie, calendari, piume, penne stilografiche e altro diventano i principali attori.

Anabasi del quotidiano.

Le immagini e la partecipazione attiva della scrittura si compongono su un unico piano di lettura dove ogni elemento si integra con l’altro senza valore di priorità dell’uno sull’altro.

I commenti sono chiusi